Tra i Palazzi con troppi veleni brillano i Collari di Tokyo con l’intruso Sonny Corbrelli


Muscoli e ingegno: Roma capitale, stamattina. Parco della Musica, sala Ennio Morricone: il genio in note, il racconto scandito dal pentagramma. Ci sarà il gran capo del Comitato Olimpico Internazionale, Bach, ricevuto da Giovanni Malagò e Luca Pancalli, stabili sullo scranno di Presidente Coni e Comitato Paralimopico, e per il Governo la Sottosegretaria Vezzali e il Premier Mario Draghi.Giornata da flash e memoria. L’elenco dei premiati, dopo che già in ottobre a Milano c’è stata una prima parte a voler recuperare lo stop dovuto alla pandemia 2020, è lungo e appassionante. A conferma di un anno magico per lo Sport Italiano quello Olimpico in particolare, anche se l’impresa dell’Italia di Mancini nel vincere un difficilissimo Europeo itinerante rimane degna dei caratteri cubitali. Sono i club che arrancano. A conferma di un pallone debole nella capacità di programmazione e sinergia tra le varie componenti, in particolare a livello più alto. L’elenco dei Collari ci rimanda a Tokyo, spalti vuoti e cuore pieno. Di passione e di orgoglio pensando allafaccina di Vito Dell’Aquila (Taekwondo, Campione olimpico -58 kg), Federica Cesarini e Valentina Rodini (Canottaggio, Doppio Pesi Leggeri), Caterina Marianna Banti e Ruggero Tita (Vela, Nacra 17), Gianmarco Tamberi (Atletica Leggera,  Salto in Alto), Lamont Marcell Jacobs (Atletica Leggera, 100 m e Staffetta 4 x 100 m), Eseosa Fostine Desalu, Lorenzo Patta e Filippo Tortu (Atletica, Staffetta 4 x 100 m), Antonella Palmisano (Atletica Leggera, Marcia 20 km), Massimo Stano (Atletica Leggera Marcia 20 km), Luigi Busà (Karate, Kumite 75 kg), Simone Consonni (Ciclismo, Campione Olimpico e Campione Mondiale – Pista Inseguimento a squadre), Filippo Ganna (Ciclismo, Campione Olimpico e Mondiale Pista inseguimento a squadre, Campione Mondiale Strada Cronometro Individuale 2020 e 2021), Francesco Lamon (Ciclismo, Pista inseguimento a squadre), Jonathan Milan (Ciclismo,  Pista Inseguimento a squadre), Liam Bertazzo (Ciclismo, Campione Mondiale – Pista Inseguimento a squadre), Elisa Balsamo (Ciclismo, Campionessa Mondiale – Strada Gara in linea individuale), Nicolae Craciun e Daniele Santini (Canoa Kayak, Campioni Mondiali – Velocità C2 m 500), Nicola Bartolini (Ginnastica Artistica, Campione Mondiale Corpo Libero). Fa eccezione in un panorama di campioni olimpici e iridati, un atleta che ha vinto una classica ma senza titolo in palio se non quello dellaconsegna alla leggenda come avviene quasi sempre solo nel ciclismo: ecco Sonny Corbrelli trairidati e figli di Olimpia perché quel suo tagliare il traguardo per primo in una giornata da tregenda, col fango addosso e negli occhi semichiusi ma non da privarlo della gioia di vedereintorno a se solo ammirazionesconfinata per aver vinto la Parigi – Roubaix. E’ stata una ostinata idea di Malagò, evidentemente colpito da quella impresa e probabilmente desideroso di far capire alla Federciclismo new look che fu un’intemerata idea quella dell’ex presidente Renato di Rocco di candidarsi come competitor. A vantaggio di Di Rocco va detto che anche in ambienti Coni, tra funzionari di lungo corso oggi ai vertici di organismi di Sport e Salute, la stima per il suo impegno di dirigente sul territorio raccoglie ancora consensi al di là della sfida persa in partenza.La passerella di straordinari campioni e tecnici e dirigenti ci consentirà di vivere una mattinata meravigliosa, per chi come i giornalisti sportivi hanno l’ambizione di narrare storie, essere mediatori tra protagonisti ed utenza di sentimenti, emozioni, passioni anche delusioni ma comunque pezzi di vita.  Le cronache della politica sportiva registrano sempre troppi intoppi, spigolature, sportellate, vicende che non piacciono dalle plusvalenze a passaporti e cittadinanze facili eccetera.E così nella Sala Morricone al di là della fierezza per quello che luccicasarebbe desiderabile ci fosse ancheun pensiero per capire quanto c’è ancora da fare per rendere semprepiù lo Sport orgoglio del paese senzadistinzioni sociali, come sottolineò Mattarella ricevendo i medagliati al Quirinale.   

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: