Da re di denari ad asso di coppe, si spera

Europa Conference League, di cosa parliamo? Può essere un obiettivo del Napoli? Per ora la massima aspirazione stagionale è vincere la Coppa Italia, il che è sulla carta missione possibile ma in realtà è operazione complicatissima perché il Napoli ha mollato. Ed in questo senso la speranza è Gattuso, anche se il suo ringhiare può scatenare istinti e rivalse in giovani affamati di fama e denari più che imborghesiti campioni mortificati da parole al veleno come il marchettari rifilato a Callejon e Mertens, spariti dai radar. Ne capiremo qualcosa in più martedi contro il Perugia, in un San Paolo deserto ma comunque prima volta per Demme e forse Lobotka.

Piano piano si sta chiarendo la formula della Europa Conference League, la nuova terza coppa europea, presentata un anno fa a Lubiana e che partirà dalla stagione 2021/2022.Ma perché la scelta di creare (di nuovo) una terza coppa? La terza competizione appare dedicata prevalentemente ai campionati minori, concedendo a più squadre di questi ultimi di partecipare ad un torneo continentale. Sarà una competizione nuova, che non sostituisce l’Europa League, anche se ne ridurrà il numero delle partecipanti. Si porrà al di sotto di quest’ultima, tanto che la sua vincitrice sarà qualificata di diritto per la Europa League dell’anno successivo (così come la vincitrice di quest’ultima si qualifica per la Champions dell’anno successivo).

Dagli studi dell’UEFA emerge infatti che solo 29% delle Federazioni nazionali sono rappresentate all’interno della fase a gironi della Champions League, che peraltro vede quasi il 60% delle partecipanti a tale fase proveniente da sole 5 nazioni.  È chiaro che con una nuova competizione si accrescono il numero di gare europee e di club partecipanti, e come ha dichiarato il n.1 UEFA, Alexander Ceferin durante la conferenza di presentazione.

Le partite saranno disputate il giovedì con calcio d’inizio alle 19.00 ed alle 21.00, orari in cui attualmente si gioca la Europa League. E orari che, evidentemente, si sovrapporranno con quest’ultima.  Per questo, al di là del nome scelto, mostrano che si tratterà di una Europa League di serie B.  Molto spazio quindi alle nazioni meno blasonate, con un minimo coinvolgimento per le federazioni di elite.

“Nulla di scandaloso, non un’altra stretta a calendari già soffocati”, ha scandito il vicepresidente Uefa Michele Uva intervenendo negli studi Radio Rai di via Asiago alla meravigliosa festa celebrativa per i 60 anni di Tutto il Calcio Minuto per Minuto.

Ma i calendari saranno comunque una dannazione e con coraggio ma straordinaria lealtà l’AD della Lega di serie A De Siervo ha ammesso proprio nel tempio della contemporaneità che segnò il trionfo di una trasmissione storica che “si va verso una ulteriore diversificazione degli orari. Insomma, quasi nessuna gara in contamporanea”.

Agghiacciante ma vero. In tutto questo il Napoli annaspa nel magma delle sue incongruenze, arsenico & vecchi dispetti. E un silenzio assordante. Sul campo e fuori. Nulla si sa delle famigerate multe, considerando la ricusazione da parte dei calciatori di un arbitro di parte. Le rovine sono ormai macerie e dato più sconfortante c’è una tifoseria attonita, incapace di disamorarsi ma disorientata: a che punto si vuole arrivare?

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: